News

Nessuno Si Salva Da Solo: in soli due mesi distribuiti già 140 kit per bambini.

633 352 Animo

Ladispoli, 5 dicembre 2018

Animo Onlus: in soli due mesi distribuiti già 140 kit per bambini.

86 richieste di famiglie del territorio e 140 kit per bambini distribuiti in nemmeno due mesi di attività dopo la pausa estiva.

Sono questi i numeri del progetto ‘Nessuno Si Salva Da Solo’ realizzato da Animo Onlus in collaborazione con l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Ladispoli.

Il progetto è nato per fronteggiare la crisi economica che ha colpito numerose famiglie del territorio e per contribuire a diffondere l’etica del riuso e dello scambio informale di beni e servizi. Esso prevede la raccolta e distribuzione di abiti e accessori usati per bambini da zero a dodici anni.

‘Sono numeri impressionanti che ci fanno capire che l’emergenza povertà è ancora una ferita aperta nel corpo vivo della nostra comunità’ – dichiara il presidente Gianfranco Marcucci – “ma bisogna scorgere anche l’altro lato della medaglia. Con questo progetto viene fuori il grande spirito solidale della nostra città. Sono infatti tantissime le famiglie che donano, i cittadini che si interessano e partecipano per mantenere vivo questo presidio umanitario attivo ormai dal 2013”.

Un ringraziamento speciale va al gruppo di volontarie e volontari che, con il loro lavoro impareggiabile, stanno mandando avanti questa macchina della solidarietà con enorme dedizione e passione civile. Senza il sapiente impegno di queste donne e uomini il progetto non sarebbe cresciuto così tanto e così bene.

Chiunque fosse interessato ad entrare a far parte della squadra di volontari del progetto si può recare nei giorni di apertura del progetto che sono: il martedì (dalle ore 10:00 alle 16:00) e il giovedì (dalle ore 10:00 alle 17:00) presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Viale Mediterraneo a Ladispoli”.

Associazione Animo Onlus

Nessuno Si Salva Da Solo cerca nuovi volontari per ampliare il progetto sociale

633 422 Animo

“Quando nel 2013 decidemmo – come Animo Onlus – di realizzare “Nessuno si salva da solo”, progetto sociale di scambio e riuso di abiti e accessori per bambini, non credevamo di creare una comunità solidale, così grande. Attualmente siamo intorno alle 600 unità tra famiglie che donano e quelle che ricevono kit per i propri figli.

Oggi però abbiamo un problema. Le nostre volontarie non riescono più a coprire soddisfacentemente le varie mansioni. Siamo arrivati quindi ad un bivio: ridimensionare il progetto (soddisfacendo solo i bisogni delle famiglie più in difficoltà), oppure cercare nuovi volontari da affiancare allo staff già esistente.

Noi vorremmo perseguire la seconda strada, ma per farlo abbiamo bisogno dell’aiuto della cittadinanza. Vi chiediamo anche solo 1 ora a settimana da dedicare al nostro progetto.

Dimostriamo ancora una volta che il cuore solidale di Ladispoli batte ancora forte. Non lasciateci da soli perché si sa: Nessuno si salva da solo.

Chiunque sia interessato ad entrare a far parte della squadra di volontari del progetto si può recare nei giorni di apertura del progetto che sono: il martedì (dalle ore 10:00 alle 16:00) e il giovedì (dalle ore 10:00 alle 17:00) presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Viale Mediterraneo a Ladispoli”.

Apertura progetto Nessuno per consegna materiale scolastico

633 423 Animo

Comunichiamo che il progetto Nessuno Si Salva da Solo riaprirà eccezionalmente nelle giornate di martedì 11 e giovedi 13 settembre 2018 (dalle ore 10:00 alle 13:00) per la consegna del materiale scolastico alle famiglie interessate. Vi aspettiamo presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Ladispoli sito in Viale Mediterraneo, 74.

La riapertura ufficiale del progetto verrà invece comunicata nei prossimi giorni.

Comunicazione Sospensione per pausa estiva del progetto “NESSUNO SI SALVA DA SOLO”

633 352 Animo

Da oggi giovedi 12 luglio 2018 la raccolta e distribuzione di abiti e accessori per bambini da 0-12 anni sarà sospesa. Il progetto riprenderà a settembre subito dopo la pausa estiva. Vi chiediamo cortesemente di non lasciare i pacchi dei vestiti davanti la nostra sede, presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Viale Mediterraneo, 74 (Ladispoli) perché non siamo al momento in grado di ritirarli e inventariarli.

Vi ringraziamo per il contributo che in questi mesi avete dato attraverso le vostre donazioni. Avete contribuito a far crescere la nostra #ComunitàSolidale.

Direttivo Animo Onlus

Una nuova sede per “Nessuno si salva da solo” e qualche domanda

633 198 Animo

Ringraziamo l’amministrazione comunale che ha trovato nel Centro di Aggregazione Giovanile di viale Mediterraneo una sede idonea (anche se provvisoria) per far ripartire il progetto sociale Nessuno Si Salva Da Solo, sospeso ormai dalla scorsa primavera.

A nome di tutte le volontarie e volontari manifestiamo un sincero apprezzamento per questo gesto di apertura e sensibilità verso il nostro progetto. Rimaniamo in attesa di essere convocati per il sopralluogo che ci metterà nella condizione di capire come organizzare il trasloco e quando poter ripartire operativamente con le consegne per le famiglie che da mesi attendono i nostri pacchi.

Con l’occasione chiediamo all’Assessora alle Politiche Sociali Lucilla Cordeschi di chiarire pubblicamente alcune questioni che sono rimaste aperte e che qui riassumiamo:

1- Nel gennaio 2017 abbiamo vinto un bando in cui ci è stata affidata la sede di via Aldo Moro. Dovevamo firmare solo la convenzione. Che fine farà questa assegnazione? Sarà annullata?

2- Da sempre chiediamo una sede stabile affidata tramite un bando. Quella che ci sarà affidata sarà nuovamente provvisoria. Che fine farà il nostro progetto alla scadenza del 31/12/17? Ci sarà una proroga? E soprattutto, si ha già mente quale sarà la sede definitiva? E se si, quale sarà e con quali modalità verrà assegnata?

3- Dal 2015 vogliamo attuare il progetto di welfare partecipativo chiamato Cittadella della Solidarietà che coinvolge anche altre associazioni. A questa amministrazione interessa collaborare insieme anche su questo progetto?

Siamo ben felici e pronti ad accettare la sede di viale Mediterraneo, ma sarebbe opportuno chiarire anche queste dirimenti questioni.

Direttivo Animo Onlus
#sullabuonastrada

Lettera aperta ai candidati a sindaco di Ladispoli

633 422 Animo

Ringraziamo Marco Pierini per la risposta alla nostra domanda sulla questione della sede e per aver fornito una strada praticabile, così come ringraziamo tutti gli altri candidati a sindaco che in queste ultime settimane hanno pronunciato parole di sostegno alla nostra causa.

Teniamo a sottolineare che veniamo da due anni assurdi dove le istanze del nostro progetto – che ricordiamo assiste oltre 400 famiglie – sono state ripetutamente tenute alla porta dall’amministrazione uscente. È inutile nasconderlo: su questo tema la giunta Paliotta è stata miope e superficiale dimostrando poca sensibilità verso il settore del volontariato e della promozione sociale. Speriamo che sia arrivato davvero il momento di voltare pagina.

Ci auguriamo che qualsiasi coalizione vinca nel prossimo mese metterà nelle priorità da affrontare la realizzazione della Cittadella della Solidarietà, un esperimento di welfare partecipativo tra ente pubblico e terzo settore che farebbe di Ladispoli, una città all’avanguardia nel settore delle politiche sociali.

È chiaro che questa idea di comunità solidale potrà prendere vita solo se la sede di via Aldo Moro che ci è stata affidata con il bando Socializziamo verrà resa operativa a spese di chi era obbligato a farlo e non lo ha fatto. Non possiamo infatti come volontari prenderci carico di quegli investimenti ingenti per la pavimentazione, bagni ed impianto elettrico. Al contrario saremo pronti a sostenere a nostre spese qualsiasi intervento di miglioria e a gestire con professionalità la struttura per un arco di tempo che ci permetta di ammortizzare le spese che sosterremo per questi interventi supplementari.

Non nascondiamo che questa nostra battaglia vuole avere anche una valenza politica nel senso più autentico (e nobile) del termine. In quanto forza organizzata di questa comunità vogliamo influenzare e orientare chi ci amministra su un tema per noi preminente: il sociale e il contrasto alle povertà. Vogliamo contribuire con le nostre idee e i nostri valori (che poi prendono vita nei progetti che realizziamo) a rendere Ladispoli una città solidale che non lascia indietro nessuno.

A tutti voi amministratori uscenti e a quelli futuri vi parliamo con il cuore in mano e vi chiediamo di non tradire queste promesse che avete messo nero su bianco nei vostri programmi. Non rispettare questi impegni non sarebbe tanto una sconfitta per la nostra associazione (che comunque sarebbe costretta a chiudere un progetto sociale che funziona) quanto per la politica locale che dimostrerebbe ancora una volta di non essere più  in grado d’intercettare le energie positive che provengono dal basso condannandosi così senza appelli ad un’autoreferenzialità suicida.

A tutti voi che presto potreste aver l’onore di rappresentarci rinnoviamo quindi l’invito a far diventare atti concreti queste promesse elettorali e di farlo nei primi 100 giorni di governo della città. A ricordarvi questo impegno per ognuno di questi cento giorni ci saremo noi di Animo Onlus, una grande comunità di donne e uomini; cuori e braccia che lavorano per la città futura.

Direttivo Animo Onlus

Care famiglie di “Nessuno Si Salva Da Solo”…

633 422 Animo

Care famiglie di “Nessuno Si Salva Da Solo”,

che in queste settimane ci state contattando preoccupate per sapere quando si potrà riprendere la raccolta e la distribuzione degli abiti e accessori per bambini,

siamo costretti a ribadire che il nostro progetto a contrasto della povertà è ancora sospeso e lo sarà fin quando non avremo preso possesso della nuova sede di via Aldo Moro che ci è stata assegnata ormai da più di quattro mesi. Abbiamo saputo solo nella giornata di ieri che finalmente la convenzione è quasi pronta e che potrà essere firmata a breve, mentre tutto tace intorno alla richiesta di spiegazioni che abbiamo avanzato all’amministrazione comunale il 7 aprile 2017 tramite Pec Mail.

In questa comunicazione abbiamo chiesto agli assessori competenti informazioni in merito ai lavori che – come da bando – dovevamo realizzare nella nuova sede per renderla operativa e che un’inchiesta giornalistica invece ha scoperto dovevano essere realizzati già da anni dalla società che gestisce la zona artigianale.

In questa stessa lettera abbiamo proposto all’amministrazione comunale – qualora la Centro Servizi Artigiani Srl non abbia intenzione di saldare l’insoluto verso l’ente – di revocare la delibera che autorizza questa società a pagare entro il 2018 e di procedere in maniera coattiva a riscuotere quanto dovuto ai cittadini di Ladispoli.

Ebbene care famiglie di Nessuno si Salva Da solo l’efficiente giunta ladispolana al momento non si è ancora degnata di dare un riscontro in merito. Noi rimaniamo in attesa. Crediamo che sia un atto dovuto rispondere pubblicamente su questa vicenda non tanto per noi quanto per le oltre 400 famiglie che seguiamo.

Le volontarie e i volontari di “Nessuno Si Salva Da Solo”

Il Comune si schieri a fianco delle associazioni impegnate nel contrasto alla povertà.

633 352 Animo

Abbiamo appreso in questi giorni che i lavori richiesti a nostre spese nell’ambito dell’avviso pubblico “SocializziAmo” che ci ha visto assegnatari della sede sita in via Aldo Moro 36/38 dovevano essere già realizzati dal Centro Servizi Artigiani Srl e che con Deliberazione n.54 del 30/03/2017 questi lavori per pavimentazione, impianto elettrico, bagno e pannellature sono stati invece prorogati dalla giunta comunale al 31-12-2018.

È inutile nascondere che tale notizia ci ha lasciato interdetti, ma che nello stesso tempo apre un’opportunità importante sul sociale che l’amministrazione comunale potrebbe cogliere, vale a dire far risparmiare alle nostre associazioni (formate interamente da volontari) migliaia di euro in modo da poterli riversare sulle nostre attività a supporto dei cittadini in difficoltà di Ladispoli e non farceli spendere per lavori edilizi che non ci spettano e che un soggetto privato avrebbe avuto già l’obbligo di svolgere da anni.

Alla luce di queste considerazioni questa mattina abbiamo protocollato agli assessori competenti la richiesta di un incontro al fine di trovare un percorso condiviso che possa portare a richiedere alla Centro Servizi Artigiani Srl di rinunciare alla scadenza del 31 dicembre 2018 e di pagare e/o realizzare fin da subito le opere dovute al Comune di cui ne andrebbe a beneficiare la collettività.

Vogliamo credere che gli artigiani accetteranno di aderire sapendo che il loro gesto, oltre ad essere dovuto nei confronti dei cittadini, andrebbe a contribuire ad una causa sociale per il bene delle tante persone in difficoltà della città.

In questa lettera abbiamo chiesto anche all’amministrazione comunale – qualora la Centro Servizi Artigiani Srl non aderirà al nostro appello – di revocare la delibera che autorizza la società a pagare entro il 2018 e di procedere in maniera coattiva a riscuotere quanto dovuto ai cittadini di Ladispoli.

Associazione Animo Onlus

Sospensione temporanea “Progetto Nessuno Si Salva Da Solo”

633 422 Animo

A causa dei lavori che stanno interessando l’Auditorium Massimo Freccia il progetto “Nessuno Si Salva Da Solo” è temporaneamente sospeso.

In questi giorni con il supporto dell’assessorato alle politiche culturali del Comune di Ladispoli abbiamo provato a mantenere aperto lo spazio che occupiamo nel retro palco del teatro, ma ci siamo resi conto sin da subito di non poter garantire un servizio adeguato per le famiglie che stiamo seguendo.

Per tale ragione insieme ai volontari e alle volontarie abbiamo deciso di bloccare la raccolta e distribuzione di kit di vestiti e accessori per i bambini da 0 a 12 anni.

Con l’occasione chiediamo pubblicamente agli uffici preposti del Comune di Ladispoli di accelerare gli adempimenti burocratici per la stipula della convenzione per la nuova sede di via Aldo Moro. Sono passati infatti già due mesi dall’assegnazione attraverso l’avviso pubblico Socializziamo, ma non abbiamo potuto ancora prendere possesso della struttura che ricordiamo tra l’altro necessita di lavori che stimiamo intorno ai 15 mila euro interamente a carico degli assegnatari.

Direttivo Animo Onlus

Animo Onlus. Un 2016 al servizio della #ComunitàSolidale.

633 433 Animo

“Quello che succede in Italia è che si è passati da uno stato di appartenenza a una #comunità di cittadini a uno stato di appartenenza a una #comunità di clienti, di persone che vengono valutate in base al loro potere di acquisto. E in base a questo potere possono accedere o meno a diversi gradi di servizi, che in verità quando si era cittadini erano semplicemente dei diritti. La sanità, la scuola, la giustizia sono dei diritti che dovrebbero essere uguali per tutti in uno stato di cittadinanza, invece quando ci si riduce a clienti ecco che diventano dei servizi erogati da un ente e non diritti di uno stato. Quindi un cittadino diventa tale se si può pagare questi servizi che sarebbero dei diritti. E questa è una situazione di incertezza che frantuma il tessuto sociale. Non apparteniamo più a una #comunità, ma siamo delle persone singole valutate in base a quello che hanno in tasca. Questo rende più fragile il riconoscimento del proprio statuto di persona in una #comunità“.

Erri De Luca

Abbiamo scelto queste parole di Erri de Luca per chiudere questo 2016 perché meglio di chiunque altro ha espresso quello che pensa e quello che fa Animo attraverso i suoi progetti.

Siamo nati nel 2010 proprio per fronteggiare questa dilagante e assurda deriva della società contemporanea che ci vede sempre più clienti e sempre meno cittadini. Ma non ci siamo limitati a un percorso critico, abbiamo voluto proporre un’alternativa. Naturalmente nel nostro piccolo, con le nostre limitate forze.

Lo diciamo spesso nella nostra comunicazione istituzionale: noi vogliamo costruire nel nostro territorio piccole comunità solidali, autonome e conviviali. E lo facciamo proprio per ricostruire quei legami sociali che si sono persi, che questo tipo di società – che ci vuole atomi isolati che producono e acquistano – ha inesorabilmente frantumato. Da questa visione del mondo sono nati i nostri progetti in Africa, Nessuno Si Salva Da Solo a Ladispoli e Gli Orti di Caere a Cerveteri.

Un amministratore locale qualche tempo fa ci ha rimbrottato dicendo “voi di animo siete troppo polemici”. E noi gli abbiamo risposto che si sbagliava perché noi non siamo polemici, siamo solamente appassionati e pieni di entusiasmo che è cosa assai diversa.
E sono state proprio passione e entusiasmo che ci hanno guidato a lottare per avere una sede idonea per Nessuno si salva da solo. Dopo tanto impegno possiamo dire che in questo 2016 questa battaglia l’abbiamo vinta. Il bando del sociale che è stato emanato dal Comune di Ladispoli è stato vinto. E NSSDS avrà finalmente una sede che condividerà insieme ad altre associazioni impegnate nel sociale. In questa nuova sede vogliamo far nascere un altro nostro grande obiettivo: La Cittadella Della Solidarietà.

Questa battaglia sulla sede di NSSDS ci ha insegnato una cosa. Che bisogna sempre diffidare di chi dice che le cose non si possono cambiare. Le cose si possono cambiare eccome. Se le persone si mobilitano e lottano si possono riconquistare spazi, diritti e si può contribuire a costruire una comunità più giusta, più attenta agli ultimi e più solidale. Noi di Animo, insieme alle altre associazioni, abbiamo dimostrato che si può fare, che le cose possono cambiare se c’è partecipazione organizzata della cittadinanza.

Oltre alla questione delle sede questo anno é stato per noi importante perché in questo territorio é nata un’altra comunità solidale, quella degli Orti di Caere a Cerveteri. In un anno abbiamo già realizzato 31 orti che insieme al Comune di Cerveteri abbiamo assegnato a famiglie in difficoltà, over 65 e under 35. Un’esperienza stimolante che ognuno di voi può visitare trovandosi nella magnifica valle del Manganello dentro l’area archeologica della Necropoli Etrusca.

E poi l’Africa da dove tutto è cominciato. Siamo particolarmente felice perché a seguire i nostri progetti si sta creando un gruppo di giovani leve che è pronto a prendere in mano i progetti e partire a breve per il Burkina Faso.

Infine, è doveroso ringraziare le volontarie del progetto NSSDS. Senza di loro tutte questi pensieri non avrebbero potuto prender vita.
A tutti i nostri soci, amici e sostenitori auguriamo un sereno Natale e un buon anno che verrà, #sullabuonastrada.

Direttivo Animo Onlus