Animo Onlus. Un 2016 al servizio della #ComunitàSolidale.

  • 0

“Quello che succede in Italia è che si è passati da uno stato di appartenenza a una #comunità di cittadini a uno stato di appartenenza a una #comunità di clienti, di persone che vengono valutate in base al loro potere di acquisto. E in base a questo potere possono accedere o meno a diversi gradi di servizi, che in verità quando si era cittadini erano semplicemente dei diritti. La sanità, la scuola, la giustizia sono dei diritti che dovrebbero essere uguali per tutti in uno stato di cittadinanza, invece quando ci si riduce a clienti ecco che diventano dei servizi erogati da un ente e non diritti di uno stato. Quindi un cittadino diventa tale se si può pagare questi servizi che sarebbero dei diritti. E questa è una situazione di incertezza che frantuma il tessuto sociale. Non apparteniamo più a una #comunità, ma siamo delle persone singole valutate in base a quello che hanno in tasca. Questo rende più fragile il riconoscimento del proprio statuto di persona in una #comunità“.

Erri De Luca

Abbiamo scelto queste parole di Erri de Luca per chiudere questo 2016 perché meglio di chiunque altro ha espresso quello che pensa e quello che fa Animo attraverso i suoi progetti.

Siamo nati nel 2010 proprio per fronteggiare questa dilagante e assurda deriva della società contemporanea che ci vede sempre più clienti e sempre meno cittadini. Ma non ci siamo limitati a un percorso critico, abbiamo voluto proporre un’alternativa. Naturalmente nel nostro piccolo, con le nostre limitate forze.

Lo diciamo spesso nella nostra comunicazione istituzionale: noi vogliamo costruire nel nostro territorio piccole comunità solidali, autonome e conviviali. E lo facciamo proprio per ricostruire quei legami sociali che si sono persi, che questo tipo di società – che ci vuole atomi isolati che producono e acquistano – ha inesorabilmente frantumato. Da questa visione del mondo sono nati i nostri progetti in Africa, Nessuno Si Salva Da Solo a Ladispoli e Gli Orti di Caere a Cerveteri.

Un amministratore locale qualche tempo fa ci ha rimbrottato dicendo “voi di animo siete troppo polemici”. E noi gli abbiamo risposto che si sbagliava perché noi non siamo polemici, siamo solamente appassionati e pieni di entusiasmo che è cosa assai diversa.
E sono state proprio passione e entusiasmo che ci hanno guidato a lottare per avere una sede idonea per Nessuno si salva da solo. Dopo tanto impegno possiamo dire che in questo 2016 questa battaglia l’abbiamo vinta. Il bando del sociale che è stato emanato dal Comune di Ladispoli è stato vinto. E NSSDS avrà finalmente una sede che condividerà insieme ad altre associazioni impegnate nel sociale. In questa nuova sede vogliamo far nascere un altro nostro grande obiettivo: La Cittadella Della Solidarietà.

Questa battaglia sulla sede di NSSDS ci ha insegnato una cosa. Che bisogna sempre diffidare di chi dice che le cose non si possono cambiare. Le cose si possono cambiare eccome. Se le persone si mobilitano e lottano si possono riconquistare spazi, diritti e si può contribuire a costruire una comunità più giusta, più attenta agli ultimi e più solidale. Noi di Animo, insieme alle altre associazioni, abbiamo dimostrato che si può fare, che le cose possono cambiare se c’è partecipazione organizzata della cittadinanza.

Oltre alla questione delle sede questo anno é stato per noi importante perché in questo territorio é nata un’altra comunità solidale, quella degli Orti di Caere a Cerveteri. In un anno abbiamo già realizzato 31 orti che insieme al Comune di Cerveteri abbiamo assegnato a famiglie in difficoltà, over 65 e under 35. Un’esperienza stimolante che ognuno di voi può visitare trovandosi nella magnifica valle del Manganello dentro l’area archeologica della Necropoli Etrusca.

E poi l’Africa da dove tutto è cominciato. Siamo particolarmente felice perché a seguire i nostri progetti si sta creando un gruppo di giovani leve che è pronto a prendere in mano i progetti e partire a breve per il Burkina Faso.

Infine, è doveroso ringraziare le volontarie del progetto NSSDS. Senza di loro tutte questi pensieri non avrebbero potuto prender vita.
A tutti i nostri soci, amici e sostenitori auguriamo un sereno Natale e un buon anno che verrà, #sullabuonastrada.

Direttivo Animo Onlus

  • 0

Lascia una risposta